Dintorni

Levanto si trova in una delle aree più belle d'Italia, di grande interesse paesaggistico e ambientale, accanto alle Cinque Terre, i cinque celebri borghi affacciati sul Mar Ligure orientale: Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore.

Questa zona è nota in tutto il mondo per via dei suoi aspri sentieri collinari che costeggiano il mare, antichi percorsi che si snodano tra terrazzamenti, vigneti, ulivi secolari, muretti a secco, e vecchi villaggi in uno scenario spettacolare e unico.

Le Cinque Terre sono tutelate dall’UNESCO e l'area è Parco Nazionale (meno male!).


Parco Nazionale delle Cinque Terre

Le Cinque Terre sono raggiungibili a piedi attraverso i sentieri che si snodano sulla costa o verso l'interno (vedi la sezione "attività"). Questo è il modo migliore e più autentico per visitarle.

Oppure potete utilizzare il treno. I biglietti variano tra i 5, 10 e i 20 KM secondo la destinazione scelta. Le biglietterie delle stazioni sono aperte dalle 6.10 del mattino fino alle 19.30 di sera.

Per chi volesse visitare le 5 Terre a piedi è consigliabile acquistare una carta speciale comprensiva dei servizi di treno e autobus, la Cinque Terre Card. A parte, è possibile comprare anche i biglietti per le gite in battello, che da Levanto parte due volte al gorno e permette il rientro la sera.
Per informazioni sui costi e servizi cliccare qui


I borghi delle Porte Dipinte

Le frazioni levantesi più gettonate sono quelle di Dosso, Groppo, Lavaggiorosso e Montale.

Nel 2002, un progetto nato da un'idea del pittore Silvio Benedetto, finalizzato a dipingere le porte di legno dei borghi con scene tratte dalla tradizione locale, ha portato alla valorizzazione della vallata. Al progetto partecipano pittori provenienti dall'Italia e dall'Estero.

I borghi sono raggiungibili a piedi tramite sentieri recuperati dai volontari del CAI Levanto, o in autobus.


La pista ciclabile da Levanto a Framura

Dal 2 luglio 2011 è possibile fare una bellissima passeggiata da Levanto a Bonassola e Framura attraverso le gallerie della vecchia ferrovia, attualmente asfaltate, illuminate ed adibite a pista ciclabile e pedonale. Ogni galleria si apre su una piccola caletta ideale per rilassarsi lontano dal caos della spiaggia centrale. I tunnel sono illuminati e l'idela per una passeggiata al fresco!

Portovenere

Portovenere
è il territorio comunale più piccolo della provincia di La Spezia. Nel 1998, insieme alle isole Palmaria, Tino, Tinetto e alle 5 Terre è stato inserito tra i Partimoni dell'Umanità dell'Unesco.
Il paesino è raggiungibile da Levanto in battello o in treno fino a La Spezia, dove un servizio autobus collega la stazione ferroviaria al borgo.


Camogli San Fruttuoso ed il promontorio di Portofino

Altre mete indiscutibili sono sicuramente Camogli e Portofino. Il paesino di Camogli, soprannominato anche Città dei Mille Bianchi Velieri o Gemma del Golfo Paradiso, è comodamente raggiungibile in treno, prendendo la linea di Genova. Portofino è invece raggiungibile da Levanto in battello, oppure in autobus da Santa Margherita Ligure.
Vogliamo parlare di San Fruttuoso?!!!Ma in quale altro posto trovate un' abbazia incastrata in una baia, raggiungibile solo a piedi o in battello (da Portofino o da Camogli)???Non andare a visitarla è un peccato...oppure l'occasione per ritornare una seconda volta, perchè vale il viaggio già da sola!!!

Genova Non potete perdervela!

Da Porto Antico alle fortificazioni delle alture, dal dedalo dei vicoli alle sorprese delle delegazioni di ponente e di levante, Voltri, Pegli e le Ville, Sestri Ponente e il suo centro, Nervi e il suo Parco. Il centro che si sviluppa attorno all'insenatura del porto, la gloria rinascimentale e barocca dei palazzi dei Rolli, patrimonio dell' Unesco, fa da contrappunto alla modernità dell'Acquario e del rinnovato Carlo Felice. Il profumo della farinata, il fascino dei vicoli, l'arte teatrale del Politeama Genovese e la poesia di Fabrizio de Andrè,  fanno di Genova una tappa essenziale per chi visita la Liguria. E non stiamo esagerando!